Carrello

NovitàRicette

Ecco la ricetta del re!

By 5 Maggio 2020 No Comments

La pizza con le bolle, gustosa e leggera, proprio perchè impastata con molta acqua e lievitata in frigo.
Se inizialmente l’impasto è molto appiccicoso non vi preoccupate, la farina di Ivan “tirerà” e pian piano si formeranno le bolle. I tipi di pizza sono tanti così come i tipi di forno quindi bisogna
provare…provare…provare e poi…. il successo sarà garantito.
Seguite la ricetta e fatemi sapere…

INGREDIENTI

  • 1 kg di farina 0 (o manitoba)
  • 800 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 7 g di lievito di birra secco (oppure 1 cubetto di lievito fresco)
  • 20 g di sale
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • semola (per la spianatoia)

PROCEDIMENTO

Mettere la farina in una capiente ciotola.
Se si utilizza il lievito di birra fresco, scioglierlo in circa 300 ml di acqua presa dal totale.
Aggiungere alla farina tutta l’acqua (anche quella con il lievito) e mescolare con un cucchiaio.
Diventa una specie di pastella densa e molto appiccicosa, ma non bisogna aggiungere altra farina.
Unire l’olio ed il sale. E’ importante che il sale venga messo solo a questo punto in modo che non entri in contatto con il lievito….pena il fallimento!!!
Se si usa il lievito di birra secco, il procedimento resta lo stesso con la sola differenza che il lievito va unito subito alla farina.
Poi si versa tutta l’acqua, si mescola con il cucchiaio e, infine, si unisce l’olio ed il sale
Continuare a mescolare sempre con il cucchiaio. L’impasto dovrà risultare umido e “stracciato”
Farlo riposare per un quarto d’ora circa.
Trascorso questo tempo, riprendere l’impasto e rovesciarlo sulla spianatoia infarinata (vi consiglio di utilizzare della semola per la spianatoia).
A questo punto bisogna cominciare a fare delle pieghe all’impasto. Cercherò di spiegarmi meglio.
Piegare l’impasto su se stesso.
Fare un mezzo giro e ripiegare di nuovo.
Ripetere questa operazione 4/5 volte. Questo è importante perché mentre si piega e si fa girare l’impasto esso si asciuga un po’.
Mettere l’impasto così ottenuto in una capiente ciotola.
Riporlo, coperto, in frigorifero per 24 ore. Non vi preoccupate se è morbidissimo perché deve essere proprio così! Va messo nella parte più bassa del frigorifero, quella delle verdure!

L’ impasto sarà pronto dopo 24 ore di lievitazione.
Stendere l’impasto pizza con le dita (non sarà necessario l’uso del mattarello) in una teglia oliata.
Fate riscaldare il forno al massimo della potenza e ponete la pizza sulla parte bassa del forno caldissimo… se preferite una cottura più dorata potete aggiungere nell’impasto un cucchiaino di zucchero
prima di metterlo a lievitare.